Un fumetto su Dante nel settecentario, il Sommo Poeta incontra Falcone

}2 Aprile 2021

Ci sono anche il giudice Giovanni Falcone e il militante di Dp Peppino Impastato, uccisi dalla mafia per il loro impegno contro i clan, nel fumetto “Senza mafia…a riveder le stelle”, disegnato e scritto, in occasione del settecentenario dantesco, da Jenny Qiu, studentessa della 2ªC dell’Istituto Tecnico Economico del Polo scolastico “Peano-Rosa” di Nereto, guidato dalla dirigente Maria Rosa Fracassa. Sei mesi di lavoro dedicati alla progettazione, al disegno creativo, allo studio di un linguaggio – quello del fumetto – che avvicina l’interesse di molti giovani lettori. Il progetto didattico, curato dalla prof.ssa Alessandra Angelucci, docente di Lettere dell’alunna, supera i confini della “didattica digitale integrata” (DID) e si presenta al lettore in cinque tavole, come una lettura moderna del percorso ascensionale – dall’Inferno al Paradiso – che il sommo poeta ha cantato in terzine di endecasillabi nella famosa “Commedia”, definita “Divina” da Giovanni Boccaccio. Protagonista della storia è proprio Dante Alighieri che, tornato nel 2020 sul pianeta Terra, corrotto e piagato dalle mafie, porta un messaggio importante: per “riveder le stelle” occorre purificarsi, liberare le città da ogni forma di criminalità, ascoltare la voce pura dei bambini, seguire le orme di chi ci ha preceduti combattendo in nome della giustizia. Un tragitto che si apre come vero e proprio contrappasso contro la criminalità organizzata.

 

 

HAI BISOGNO DI INFORMAZIONI
O VUOI PROPORCI UN PROGETTO?

Compila il modulo o inviaci una mail ad info@fondazionefalcone.it

12 + 1 =

Pin It on Pinterest

Share This